CdP

Categoria: Cultura

Conoscere per accrescere la consapevolezza di sé e del proprio mondo.

Storia della costituzione della Parrocchia dell’Addolorata in Pignataro Maggiore.

La Parrocchia dell’Addolorata, situata nel rione “ Gradone” di Pignataro Maggiore, è quella più recente. Infatti, fu nel 1946 che il vescovo di Calvi e Teano Mons. Vincenzo Bonaventura Medori, ” avendo notato che parecchi cittadini della Parrocchia di San Giorgio Martire di Pignataro, per la troppa distanza dalla chiesa parrocchiale, specialmente fanciulli, i vecchi…

Il socialismo libertario a Napoli dopo l’Unità

Quando Friedrich Engels si trovò nel 1873 a raccontare i primi anni del socialismo libertario in Italia, pur da posizioni polemiche di socialismo materialistico – dialettico, non poté non scrivere che la storia del socialismo libertario in Italia era partita dalla esperienza napoletana. “In Italia- scrisse Engels nel rapporto presentato al Congresso dell’ ”Alleanza Internazionale…

Storia della chiesa di San Giorgio di Pignataro Maggiore

Fu chiesa parrocchiale prima che lo divenisse la Cappella di Santa Maria della Misericordia, annessa all’Episcopio” scrive lo storico Nicola Borrelli, nella descrizione iniziale della Chiesa di San Giorgio, aggiungendo che primo Arciprete e parroco fu nominato, Don Tommaso Barricelli, con la bolla del 2 giugno 1577. Il Borrelli aggiunge che “ questa chiesetta è…

Storia della Chiesa di Santa Maria della Misericordia di Pignataro Maggiore

Dato che la chiesa parrocchiale di San Giorgio era ubicata lontano dall’abitato, nel 1559 ebbe termine la costruzione della cosiddetta“ chiesa vecchia “ di S. Maria della Misericordia di Pignataro, adesso trasformata in sala parrocchiale . Fin dai primi anni del Seicento Pignataro era diventata sede vescovile, dato che Calvi era un luogo desolato e…

La fondazione della sezione napoletana dell’Internazionale socialista

Il 31 gennaio del 1869 fu fondata a Napoli la prima sezione italiana dell’Internazionale Socialista, organizzata in corpi di mestieri, la quale aderì pienamente allo statuto dell’ Alleanza della Democrazia Socialista, avente l’ufficio centrale in Ginevra. Essa era anche conosciuta come Società operaia di Napoli, in quanto in tal modo era chiamata dalle autorità. Il…

Il socialismo libertario di Vincenzo Russo, martire della Repubblica Napoletana del 1799

Ai repubblicani napoletani del 1799 si attribuisce indifferentemente l’appellativo di “ giacobini”, ma molti di essi non erano affatto tali. Non erano giacobini, per citare alcuni esempi rilevanti tra le centinaia di pensatori e protagonisti di quella esperienza repubblicana, Mons. Michele Natale, Vincenzo Cuoco, Domenico Cirillo, Mario Pagano e la stessa Eleonora Pimentel Fonseca. Essi…