CdP

Tempio diVino. Piccole Vigne di scena a Castelvenere

Aspettando la vendemmia. Inserita tra le manifestazioni 2010 previste dall’organizzazione “Tra Cantine e Borghi d’Arte” del Sannio, anche Castelvenere (BN) ha dato il via dal 27 al 29 agosto alla 33^ edizione della Festa del Vino – Grandi Vini Piccole Vigne, con la partecipazione di aziende della Campania Puglia, Calabria e Sicilia. La Pro Loco di Castelvenere e in particolare il Gruppo vini Slow Food Campania e Luciano Pignataro wineblog, hanno sostenuto i lavori sin dalla mattinata di venerdì 27 agosto con il concorso dei vini da uve coda di volpe, piedirosso e barbera del Sannio.
PALIO DELLA BARBERA CONTADINA
Nel denso programma della tre giorni vinicola mi ha destato molta curiosità “Il Palio della Barbera Contadina” che si è svolto nel pomeriggio di apertura nel chiostro di piazza Municipio in Castelvenere e che ho seguito con attenzione, con una degustazione guidata da Mauro Erro (enoteca DiVinoInVigna Napoli), Pasquale Carlo, della locale Proloco e organizzatore della rassegna e Luciano Pignataro referente wine – Slow Food Campania, nonché altri addetti ai lavori. Seguirà anche il convegno “La viticoltura sannita tra sostenibilità sociale e ambientale”, previsto alle ore 10.00 di domenica 29 agosto.

Cinque produttori privati venneresi si sono confrontati con le loro bottiglie di “Barbera” agreste, un vitigno con la sua storia e peculiarità ben definite, nulla da eccepire con quello di origine piemontese.

Il viaggio sensoriale e la descrizione precisa dei vini in degustazione ha fatto emergere delle analogie tra i cinque prodotti e note di diversità ma, in particolare, è stata denotata la qualità e salubrità dell’uva che viene raccolta nell’area di Castelvenere, terra vocata dai frutti eccezionali, come del resto ha confermato anche il noto produttore locale Nicola VENDITTI che è intervenuto con sapienza e indubbia professionalità parlando anche della sua Barbera, oramai prodotta da alcuni decenni dalla sua azienda.

Alla degustazione hanno partecipato numerosissimi appassionati e diretti interessati con i posti disponibili tutti prenotati, sotto il “chiostro” all’aperto, costituito da un pergolato che ha donato un fascino particolare alla location e alla rassegna vinicola svolta.

AL PRIMO FESTIVAL MARIDIONALE DELLE PICCOLE VIGNE
Nella serata, il bel centro storico della città del vino ha aperto il Festival con le degustazioni dirette dei produttori partecipanti e di Castelvenere, ciascuno ai banchi di assaggio, tra i vicoli e le piazze la curata organizzazione ha previsto anche l’opportunità di assaggiare prodotti tipici e locali con degli stand predisposti e di artigiani locali. Presso il locale salone Ipssar, domenica sera 29 agosto, si terrà anche una degustazione degli spumanti sanniti in abbinamento al fritto napoletano (programma sul sito proloco Castelvenere).

Tra le 14 Cantine presenti ne segnalo alcune che ho avuto modo già di apprezzare, Cantina Contrada Salandra – Pozzuoli (NA); Tenute del Fasanella – S. Angelo a Fasanella (SA); Nanni Copè – Vitulazio (CE); Azienda Agricola Ciro Picariello – Summonte (AV); A Vita Vigna De Franco – Cirò Marina (KR); Azienda Agricola Bonavita – Faro Superiore (ME); Azienda Agricola Fatalone – Gioia del Colle (BA)….a voi l’imbarazzo della scelta.

LA PRESENZA DI NANNI COPE’ CANTINA EMERGENTE
Nanni Copé nasce dalla passione viscerale per il vino di Giovanni Ascione e dall’incontro con una vigna straordinaria, a Castel Campagnano, nell’alto casertano. La zona è bellissima, incontaminata, con vigneti intervallati da macchie di bosco, suoli di sabbie arenariche estremamente drenanti, pendenze che raggiungono il 25% e correnti d’aria tutti i giorni, tutto l’anno. Il massiccio del Taburno e quello del Matese sono vicini, con il mare a circa trenta chilometri ed il corso del medio Volturno che scorre non lontano.

Vigna Sopra il Bosco ha un’estensione di due ettari e mezzo ed è collocata a circa 215 metri sul livello del mare, con un’esposizione prevalente a nord-ovest. L’età media delle piante è intorno ai venti anni. Il vitigno principe è il Pallagrello Nero, tardivo, dalla buccia spessa, austero, dai tannini finissimi, in grado di dare vini dalla personalità estremamente marcata.

Nei suoi filari, rivolti da oriente ad occidente, si trova anche dell’Aglianico, per dare il suo contributo alla struttura ed alla spalla acida del vino; completa il quadro una piccolissima dose di Casavecchia, proveniente da vecchi ceppi ultracentenari a piede franco di proprietà, a pochi passi dalla cantina di vinificazione, nell’area di Pontelatone.
Quella per la Vigna Sopra il Bosco è una vera e propria ossessione. Le piante sono censite una ad una e l’intero vigneto è separato in settori, con potatura, gestione del verde, gestione della superficie e raccolta nettamente differenziati.
L’intera gestione agronomica mira a limitare al minimo possibile gli interventi, bandendo del tutto diserbanti e insetticidi. La vendemmia avviene filare per filare, a volte pianta per pianta, in base alla maturazione voluta, in un arco di tempo che va da fine settembre a metà di ottobre. L’uva viene selezionata grappolo per grappolo e vinificata in uvaggio, senza distinzione di vitigno, con masse omogenee solo per maturazione.

La vinificazione si basa su un controllo costante delle temperature, una macerazione non inferiore alle due settimane ed una fermentazione malolattica svolta nel legno nuovo, in tonneau da 500 litri, dove poi il vino matura per un anno, prima di un lungo affinamento in bottiglia di circa otto mesi. Alla base di tutto, solo la ricerca della massima eleganza possibile. Nessuna surmaturazione, nessuna concentrazione eccessiva, solo l’espressione più pura di due vitigni nobili, piantati su suoli estremamente vocati alla viticoltura.

Franco D’Amico

DSC00412 DSC00411 DSC00410 DSC00408 DSC00407 DSC00426 DSC00436 DSC00435 DSC00433 DSC00432 DSC00431 DSC00429 DSC00424 DSC00422 DSC00418 DSC00417 DSC00415

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *