CdP

BIENNALE INTERNAZIONALE “GIANO VETUSTO”

“La poesia incontra il cinema” e “una storia per il cinema”.

Giano Vetusto – Già da tempo un gruppo di volontari che hanno a cuore la tutela dell’ambiente, il valore della tradizione, l’interesse per la cultura e il futuro di questo antico borgo, che ha una storia millenaria, interviene, senza scopi di lucro per iniziative volte alla crescita artistico-culturale e di svago della popolazione.
Da circa una decina d’anni si è voluta dare stabilità a questa unità d’intenti con la fondazione di un’associazione “ad hoc” che porta il nome “PANTA REI” e che ha sede in Giano Vetusto (CE). La Biennale “Giano Vetusto” , è giunta solo alla VI edizione, in programma nel 2010, ed occupa già un posto di rilievo nel difficile panorama culturale italiano rappresentando una delle voci più autentiche ed importanti tra le manifestazione artistiche e letterarie del Sud Italia, rappresentando un punto di riferimento nazionale per gli amanti della prosa e del genere letterario.

Giano Vetusto è un paese di origini remote in Provincia di Caserta che sorge sulle propaggini meridionali del Monte Maggiore abitato sicuramente fin dal III sec a.c., come testimoniano vari reperti e ritrovamenti archeologici sul territorio, ma con ogni probabilità la presenza dell’uomo nei territori è risalente all’età della pietra., parte integrante dell’antica Cales, forse l’avamposto più antico e che più degli altri ha retto l’urto con la civiltà moderna.

Insomma in queste valli dal sapore antico il mito e la leggenda sembrano fondersi insieme, la poesia e le parole narrate raccolgono forza dalla natura ancora incontaminata approfittando di uno scenario inconsueto ai nostri giorni. La parola decantata si inerpica ubriaca su questi dolci impluvi e sembra mischiarsi all’acre odore dell’olio di cui ne sono particolarmente ricche queste colline.

Qui dove i ritmi sono più lenti che nelle città a valle a pochi chilometri di distanza, il pensiero, la parola e l’arte figurativa sembrano seguire un percorso più logico e forse più autentico.

Ecco che allora la scelta di ambientare in questi luoghi un manifestazione ad alto impatto culturale, quale la Biennale GIANO VETUSTO, è risultata vincente.

La Biennale “Giano Vetusto”, a differenza di altre manifestazioni simili, a carattere più marcatamente locale, ha ben presto raccolto adesioni in tutta Italia e all’estero. La manifestazione attira di anno in anno anche un sempre maggior numero di autori, appassionati e visitatori provenienti dall’estero.

L’edizione in programma il 2010 avrà come tema dominante il cinema e le sue connessioni letterarie e artistiche con la prosa e la narrativa.
Il livello elevato delle opere ed il fatto che tra i partecipanti alle precedenti edizioni siano stati annoverati e premiati autori ed artisti di fama nazionale ed internazionale (Peppe Servillo, Francesco Piccolo, Antonietta Tafuri, Giovanni Caso, ecc), e personalità di spicco del panorama sociale e culturale italiano (Card. Crescenzio Sepe), conferisce grande prestigio alla manifestazione.

La premiazione della biennale è prevista i giorni 3 e 4 settembre 2010 alle ore 20.30 presso la villa comunale di Giano Vetusto.

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *