CdP

Spartitraffico al bivio. Il Comune condannato a rimborsare le spese

PIGNATARO – Doveva essere a costo zero per i cittadini il nuovo spartitraffico al bivio tra la Statale Casilina e via Vittorio Veneto.
L’opera, ancora incompiuta, doveva essere realizzata e poi manutenuta gratuitamente per l’ente secondo la formula del “project financing” da parte della ditta Fernando Soc. Agricola srl, venne stranamente autorizzata in due diverse date: il 13/05/2011 (prot. 4162/2011) la prima volta, e con Delibera di Giunta n. 58 del 14/06/2011.

Il giorno 11 ottobre 2011, in prossimità del termine dei lavori, alla ditta venne intimato di interrompere i lavori.

Dopo una nostra lunga campagna di sensibilizzazione, durata alcuni mesi, l’Amministrazione Comunale dovette provvedere a mettere in sicurezza l’opera incompiuta, togliendo i tondini di ferro conficcati nell’asfalto per tracciare i confini del cantiere, colorando il cemento di un colore chiaro, perchè fosse più visibile, e apponendo una fascia catarifrangente sullo spartitraffico.

A parte questi accorgimenti (che non sappiamo quanto siano costati), l’opera non è mai stata terminata.

Molto più celere fu l’affidamento dell’incarico ad un legale per difendersi dalla denuncia che fu sporta della ditta Fernando Soc. Agricola srl.

Notizia degli ultimi giorni è che il Comune, purtroppo, ha perso anche questa battaglia legale e, oltre alle spese sostenute per mettere in sicurezza lo spartitraffico; oltre alle spese che dovrà sostenere per terminare l’opera incompiuta; oltre alle spese che dovrà liquidare al proprio legale; dovrà sborsare 10.000 euro alla ditta Fernando Soc. Agricola srl per il risarcimento del danno subito ed altri 3.000 euro di spese legali.

La nostra considerazione sulla capacità di questi amministratori a gestire i soldi pubblici ve la risparmiamo. Siamo pronti a scommettere che un’idea ve la siate fatti da soli!

Pietro Ricciardi

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *