CdP

La Patrimonio condannata a pagare le spettanze all’ex Presidente Vitiello

PIGNATARO – Tutti ricorderanno la polemica avviata da Cuccaro e Passaro appena dopo la nomina di quest’ultimo nel ruolo di Amministratore Unico della Pignataro Patrimonio.
Per chi non lo ricordasse, secondo i due, ma sarebbe meglio dire secondo Cuccaro, seguito da Passaro, Vitiello avrebbe percepito indennità che non gli spettavano per un importo di 1500 euro al mese.

L’amministratore unico della Pignataro Patrimonio, dott. Passaro, forte di questa convinzione, inviò una missiva a Vitiello chiedendogli il rimborso di oltre 70.000 euro, bloccando contestualmente il pagamento di alcune spettanze di Vitiello, per un importo di poco superiore ai 2.000 euro, a titolo di risarcimento parziale di quanto questo, sempre secondo Cuccaro e Passaro, avrebbe dovuto restituire alla società.

A questa pretesa si oppose, ovviamente, l’ing Vitiello che, proprio in queste ore, ha visto riconoscere le proprie ragioni in sede legale.

La Patrimonio, secondo quanto disposto dai Giudici, dovrà quindi versare le spettanze all’ing. Vitiello, maggiorate degli interessi legali e farsi carico delle spese legali.

In sostanza la società ha speso più del doppio di quanto avrebbe speso semplicemente pagando quanto giustamente preteso dall’ex Presidente del Cda.

Pietro Ricciardi

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *