CdP

Addio ad Amato Lamberti. Scompare un difensore e un simbolo della legalità

E’ scomparso Amato Lamberti. Se ne è andato silenziosamente in tarda serata. Con dignità e con decoro portava in sé una malattia che lo ha consumato rapidamente. Schivo da esibizionismi e formalismi, aveva lottato tutta la vita contro la camorra, studiandone ogni atto e analizzandone le trasformazioni, la crescita, la pericolosità, le collusioni. Amico e mentore di Giancarlo Siani, era stato l’ultimo a parlargli e la morte del giovane era rimasta una cicatrice dolorosa.
L’impegno in cui si era maggiormente speso era stato l’Osservatorio sulla Camorra della Fondazione Colasanto da lui fondato e diretto fin dal 1981. Aveva ricoperto alte cariche, era stato Assessore alla Normalità del Comune di Napoli dal 1993 al 1995 impiantando la cassetta anti-camorra. Docente di Sociologia della devianza e della criminalità presso la Facoltà di Sociologia dell’Università “Federico II” di Napoli. Fu poi Presidente della Provincia di Napoli dal ‘95 al 2004, promuovendo la Consulta Provinciale anti-camorra e l’Osservatorio sulla Illegalità e la Camorra. Negli ultimi tempi aveva ricoperto il ruolo di Presidente dell’Osservatorio sulla povertà della regione Campania. Mente lucida ed acuta ma soprattutto “coscienza dignitosa e netta” spesso si era trovato solo a combattere battaglie invincibili e a respingere compromessi che la sua dignità rifiutava.

Intellettuale, colto e raffinato, aveva scritto libri di grande interesse storico e sociologico, ricerche, studi e saggi sulla marginalità sociale, sulla devianza e la criminalità e sulle complesse articolazioni del “sistema-camorra”.
Poco dopo la notizia della sua morte si è diffusa anche su Facebook, la pagina personale di Amato lamberti si è affollata di messaggi di cordoglio e dolore da amici, allievi e colleghi. Con la sua morte il Mezzogiorno resta più povero e più solo.

Violetta Luongo

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *