CdP

FRANCESCO il musical- Tutto ha un solo nome…AMORE

I protagonisti della preghiera-giovani di venerdì 21 dicembre 2012 sono stati i giovani di Ponte Persica, i quali hanno comunicato la bellezza del Natale tramite la messa in scena di parte del musical dedicato a S. Francesco d’Assisi.
Natività rappresenta i confratelli dell’Ordine dei Frati Minori e le consorelle dell’Ordine di Santa Chiara, quando erano appena fondati. E come rappresentare meglio la nascita di questi Ordini che attraverso l’invenzione del Presepio, che ricorda il momento in cui un altro nuovo ordine si affacciava nel mondo.
Il musical è un ripercorrere la grande umanità di S. Francesco d’Assisi e ieri sera i giovani di Ponte Persica hanno messo in scena una parte in cui Francesco è dedito a dilettarsi con un pupazzo di neve con capelli di paglia.

Il desiderio di una donna, di una famiglia , di vivere i momenti belli e meno belli della vita coniugale ” tenta ” anche Francesco e tale bella messa in scena ha costituito l’input per le considerazioni di Mons. Arturo Aiello sulle tentazioni che non scandalizzano ma vanno accettate quale momenti di una vita , di un percorso umano che conduce alla santità.

Francesco rinuncia a tutti i suoi beni ed ad una vita agiata, per abbracciare la povertà, la semplicità e l’umiltà di una vita nuda, alla continua ricerca di Dio, dell’amore verso il prossimo e della pace.

Francesco ha saputo far sua la LUCE del NATALE che , pur nella consapevolezza delle tante tentazioni di una società materialista e consumista, ci addita un percorso di vita fatta di grandi ideali che per il cristiano trova la sua essenza nell’Amore.

L’amore radicale di Francesco è esemplare , è la testimonianza di quella LUCE DIVINA , che ogni anno attendiamo tramite il Natale, , la festività cristiana che celebra la nascita di Gesù che i padri della Chiesa hanno pensato bene di festeggiare nel giorno del 25 dicembre, giorno del ” Sole Invitto” pagano al fine di celebrare proprio in questo giorno l’umanità che si illumina e riceve la salvezza.

Chi crede nel Cristo di Dio sa bene che il bambinello della mangiatoia di Betlemme è la luce del mondo, quella che eleva alla gioia della verità. Si celebrava il Parola fatta carne e il nuovo corso dell’Umanità.

Gemma Martino
redazione Iniziative Spirituali
CdP

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *