CdP

Proiettato a Roma l’inedito di Antonio Iannotta con l’intervista a Giovanni Nacca

Il rapporto tra Storia e Spettacolo è stato il tema su cui si sono confrontati le più eminenti personalità nazionali e internazionali esperte della materia per una giornata di studi intensa , a cui abbiamo partecipato anche noi di Cdp in sinergia con l’ Istituto Comprensivo di Pignataro Maggiore , su invito del dott. Sergio Bruno, direttore del Centro di Cinematografia – Cineteca Nazionale.
Tale importante evento si è tenuto a Roma presso l’Università della Sapienza ove abbiamo avuto l’opportunità di presentare la biografia di Antonio Iannotta scritta dal prof. Paolo Mesolella, coadiuvato dai docenti del Laboratorio di Storia dell’Iac di Pignataro Maggiore.

La giornata di Studi è stata promossa anche dal Centro Teatro Ateneo, unitamente al Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, dal Dipartimento di Storia dell’arte e Spettacolo e dalla Fondazione Eduardo De Filippo con interventi mirati a commentare l’inedito “ Monologo “ di Antonio Iannotta e l’intervista a Giovanni Nacca, registrata presso la sua abitazione di Pignataro Maggiore dal Centro Sperimentale di Cinematografia.

Il dott. Sergio Bruno ha ripercorso il lavoro di ritrovamento del filmato “inedito “ Monologo “ con protagonista Eduardo De Filippo, autore anche dello script, il quale , sulla falsariga della formula utilizzata in Questi Fantasmi , dialoga con il dirimpettaio professore sul Piano Marshall.
Un lavoro” polveroso” lo ha definito il dott. Bruno, iniziato nel 2010, di cui nessuno era a conoscenza ,e girato presso il Teatro della Farnesina tra gli anni 1949- 51 e “prodotto da un ex partigiano militare , Antonio Iannotta, che , dopo l’arresto e l’uccisione alle Fosse Ardeatine del colonnello Giuseppe Montezemolo , era diventato uno dei maggiori riferimenti della lotta partigiana nel Lazio, per i cui atti di coraggio aveva ottenuto la medaglia d’oro al valor militare.”

Abbiamo assistito alla prima insieme agli storici David Ellwood , massima autorità storica in relazione al Piano Marshall, Mino Argentieri (Storico del cinema), Emanuele Bernardi (Dipartimento di Storia, culture, religioni, La Sapienza Università di Roma),Antonella Ottai (Dipartimento di Storia dell’arte e Spettacolo, La Sapienza Università di Roma)
Paola Quarenghi (Dipartimento di Storia dell’arte e Spettacolo, La Sapienza Università di Roma) e a Luca De Filippo.

Molto interesse ha destato in tutte le personalità presenti l’intervista a Giovanni Nacca, che ha raccontato la sua esperienza quale responsabile dell’Organizzazione Epoca nei momenti salienti in cui una quarantina di pignataresi giravano l’intera Nazione con le cinemobili per proiettare i documentari di propaganda , forniti dagli Usa , per far comprendere gli aiuti degli americani e dare un messaggio di fiducia come anche di intrattenimento e divertimento.

Alle parole del Nacca si sovrapponevano documenti , consegnati dallo stesso , che hanno costituito l’input per i relatori che hanno discettato su vari aspetti dei rapporti tra Storia , Arte , Propaganda non solo in relazione al Piano Marshall e del successivo dibattito che ha arricchito una giornata di studi di cui vi daremo un resoconto completo.

Anticipiamo , in relazione al Monologo di Eduardo De Filippo, che Eduardo , dopo aver illustrato al dirimpettaio “ professore” la sua saggezza nel conservare dall’usura il proprio vestiario, ascolta e ripete le parole del Professore sulla bontà del Piano Marshall, ma è Lui in questo caso che riceve una lezione .

Tuttavia, tramite l’ironia e alcune sue repliche, come hanno evidenziato sia il dott. Bruno che Luca De Filippo, Pasquale Lojacono non dimostra una sua contrarietà, ma certamente non si mostra del tutto convinto. Molto significative le parole di De Filippo- Lojacono che interrompe il professore per chiedergli “ Ci danno soldi? E in cambio di che?”
E’ per questo – ha ipotizzato il dott. Sergio Bruno- che il filmato non è stato proiettato , in quanto non considerato completamente efficace per una propaganda che doveva non dare adito ad alcun momento di scetticismo.

Alla prima di “ Monologo” era presenti i familiari del produttore del filmato Antonio Iannotta, in primis la moglie Edgarda Piacentini con la figlia e la nipote.

Il dott. Sergio Bruno ha voluto ringraziare Pietro Ricciardi per la sua collaborazione , primo momento foriero di iniziative che seguiranno nei prossimi mesi.

Angelo Martino

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *