CdP

ACCESSO AL CREDITO ANCORA DIFFICILE PER LE IMPRESE AGRICOLE

Un trend negativo dovuto però solamente al Mezzogiorno.

Continua imperterrita anche nel primo trimestre 2013 la stretta creditizia ai danni delle imprese agricole, con un’ulteriore contrazione del 4%, pari a circa 20 milioni di euro in meno rispetto allo stesso periodo del 2012, un trend negativo dovuto però solamente al Mezzogiorno.
Le aziende del Sud e delle Isole hanno visto crollare i finanziamenti bancari rispettivamente del 42% e del 30%, mentre nel Centro e nel Nord il trend è positivo con +15% e +5%.

Infatti, alle aziende del Nord arriva il 72% del credito complessivo, mentre il Mezzogiorno e le Isole solo il 14%, nonostante il maggior numero di imprese agricole presenti sul territorio.

Come vengono impiegati i soldi? Calano i prestiti per la gestione corrente per la ristrutturazione, mentre cresce la quota per gli investimenti, che arriva a superare l’80%, un segnale di certo molto incoraggiante visti i tempi, che dimostra la presenza di un nucleo di aziende virtuose che guardano al futuro con ottimismo.

Rag. Baldassarre Borrelli – Unione Coltivatori Italiani

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *