CdP

A maggio si voterà per l’Europa, i voti si “conteranno” a Pignataro

Pigntaro- Chi è di sinistra e critica chi appare di sinistra è poco gradito a chi è di destra ma condiziona chi appare di sinistra. Giochi di parole e paradossi a parte, la sinistra “di sinistra” che fa autocritica fa il bene della politica.
Mi rammarico che a farlo non siano i giovani, ma solo un politico di lungo corso come Giorgio Borrelli, a cui va dato il merito di essersi rimesso in gioco con entusiasmo e senza timore di finire nel mirino di qualche vestale della stampa locale dalla penna sacra.

Sarebbe il caso che anche a destra facessero altrettanto, per dare il loro contributo a uscire dal quindicennio buio della vita politica e sociale del nostro paese.

A poche settimane dalle europee, i due partiti maggiori: FI e Pd annaspano e sono incalzati a destra e a sinistra da An e dal movimento di Tsipras.

La demotivazione di alcuni militanti del Pd, che probabilmente si limiteranno al voto di testimonianza, favorirà a Pignataro un buon risultato della sinistra radicale, che potrebbe essere ridimensionato nei numeri solo se Renzi metterà nelle tasche dei pignataresi svuotate dalla “Tares(alasso)” gli 80 euro nelle buste paghe di maggio.

Se la misura del presidente del consiglio uscirà davvero dalle slide, entrerà nella buste paga di almeno 1700 pignatresi che guadagnano meno di 25.00 euro l’anno, dato riferito ai redditi dichiarati del 2011.

Per dare un ordine di grandezza più preciso, si parla delle tasche del 70% dei contribuenti pignatraresi, infatti solo il 20% nel 2011 ha dichiarato più 25.000 euro, il 10% è incapiente, e per il momento il pesciolino della slide di Renzi è muto rispetto alle agevolazioni che ci saranno per chi vive in stato di povertà assoluta.

A destra sarà battaglia fino all’ultimo voto tra AN e Fi. Stimare la forza politica del centro, in tutte le sue articolazioni, dopo i tanti “casini” degli ultimi mesi è davvero complicato. Il Nuovo centro destra avrà sicuramente una consistenza politica, che per il momento è difficile da valutare.

Le urne saranno generose con il M5s, anche grazie a una politica che a Pignataro fa di tutto per mantenersi a distanza di sicurezza dai cittadini.

Quattro pignatresi su dieci non voteranno e questo sarà il dato peggiore

Bartolo Mercone

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *