CdP

Aumento della tassa sui rifiuti. Valente spara a zero sull’amministrazione

Pignataro – Il consigliere Giorgio Valente spara a zero contro gli aumenti indiscriminati delle tasse sui rifiuti, denunciando che a fronte di un aumento della percentuale di raccolta differenziata, le tasse dovrebbero diminuire.
In realtá solo a Pignataro all’aumento della raccolta differenziata aumentano anche le tasse dei rifiuti.

Valente giustamente evidenzia l’importanza della riduzione delle tasse sui rifiuti all’aumentare della diefferenziata per incentivare i cittadini a differenziare sempre di piú e meglio. Al contrario, dichiara valente, l’aumento delle tasse all’aumentare della diferenziata, é disincentivante.

Valente tuttavia va oltre il semplice puntare il dito sull’aumento indiscriminato delle tasse e chiede misure concrete per tutelare le fasce deboli. Misure per fare in modo che quelle famiglie che non possono pagare questo aumento, anche rinunciando a spese voluttuarie, come feste e eventi di altra natura.

Dimenticavo: queste cose Valente le diceva da consigliere di opposizione, nel 2010. Nulla ha invece detto dell’aumento di oltre il 60% del costo per la gestione dei rifiuti dal 2012 al 2013. Aumento che ha portato alle eclatanti proteste dei cittadini che sono andati in massa sul comune e ad un Consiglio Comunale convocato ad-hoc grazie alla richiesta presentata dai consiglieri di opposizione.

In questo periodo il comune dovrebbe scrivere il regolamento per il prossimo anno e non ha ancora coinvolto i cittadini, come richiesto dai comitati No Tares.

Non solo. Le famose misure per venire in aiuto delle fasce deboli sono rimaste letetra morta. L’amministrazione é un muro di gomma contro cui qualsiasi cosa rimbalza e Valente dimostra di essere uno dei pilastri di questo muro di gomma.

Di seguito la parte delal videointervista che lo stesso rilasció nel 2010 a PignataroNuova, che potete aascoltare per intero al seguente indirizzo: https://www.youtube.com/watch?v=YWZR8ADFtGE

Pietro Ricciardi

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *