CdP

Le primarie ombra

In questi giorni di campagna elettorale il tasso di ipocrisia dei politici verso i cittadini sale in maniera esponenziale: aumentano le strette di mano, i sorrisi, le pacche sulle spalle, gli ” stai sereno”, gli “stai senza pensier”. Il consumo del dentifricio durbans, di caffè e di prosecco sale incrementando di qualche decimale il Pil cittadino.

All’ interno del centro destra il derby tra i sostenitori di Cerreto e quelli di Zinzi si sta trasformando in una sorta di primarie ombra, per scegliere il prossimo candidato a sindaco. Un voto in più per Cerreto dovrebbe dare l’investitura di candidato a sindaco per il 2016 a Giorgio Magliocca. Un voto in più per Zinzi viceversa dovrebbe garantire la candidatura a sindaco a Piergiorgio Mazzuoccolo.

Le elezioni regionali potrebbero essere usate strumentalmente per definire gli equilibri di forza all’interno del centro destra in vista delle amministrative del 2016. I cittadini potrebbero a loro insaputa votare per delle primarie ombra. Il paradosso è che nella scelta del prossimo candidato a sindaco per l’attuale minoranza, potrebbero essere determinati gli esponenti dell’attuale maggiorana che voteranno per Zinzi.

Accanto ai tanti candidati impresentabili che affollano le liste trasversalmente, c’è un modo di fare politica impresentabile. Gli impresentabili non vanno votati, così come non si deve votare una politica impresentabile.

Non è semplice andare votare e si ha poca voglia di scegliere per chi votare, perché la cattiva politica di questi anni ha addormentato tante coscienze. In troppi hanno rinunciato a protestare e a sapere. I tanti girano la faccia senza indignarsi neanche alla vista dei mega manifesti dei politici che parlano di futuro nonostante il loro passato. Che scrivono di terra e di lavoro, dopo aver mortificato la loro terra e umiliato i lavoratori speculando sulle loro speranze.

Nello scegliere chi votare fidatevi dell’amica Costituzione, che ci ricorda che il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Siate diffidenti invece verso chi si ricorda di essere vostro amico solo in campagna elettorale. L’ esercizio del voto è dovere civico. Andate a votare, ma fidatevi di meno del facsimile con il quale l’amico da campagna elettorale vi dice come votare e decidete voi per chi votare.

Barolo Mercone

© Riproduzione riservata

Share This:

2 comments for “Le primarie ombra

  1. Jesolano strano
    18 Maggio 2015 at 6:48

    Tra primarie ombra, ipocrisie politiche e nenefreghismo cittadino… chi vuoi che ascolti la voce di uno che grida, nel deserto degli animi: “preparate la via per un futuro migliore…” ? Mi sembri una mosca bianca in mezzo a tante mosche nere, amico Bart! Però fai bene a farti sentire. Continua così che prima o poi qualcuno ti apprezzerà e forse un qualcosa per tutti farà!
    Renzo, lo Jesolano strano

  2. Bart
    18 Maggio 2015 at 9:02

    C’è un cielo di cartapesta che sovrasta la piazza nelle campagne elettorali, da cui vengono giù promesse false come la polvere di stelle. Sono diverto dalla montagna di vanità e dagli abissi di ovvietà che riempiono e svuotano la piazza il giorno di festa. Chi legge quello che scrivo ha tutta la mia solidarietà ed è dispensato dagli apprezzamenti 🙂 Buongiorno Renzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *