CdP

L’ordinanza cautelare relativa all’inchiesta su CPL Concordia

Come anticipato poche ore fa, dopo una lettura per forza di cose sommaria dell’ordinanza cautelare emessa a seguito dell’inchiesta della CPL Concordia, la pubblichiamo in esclusiva alla fine di questa presentazione.

Da quanto ci sembra di aver capito l’ordinanza non prevede l’applicazione di misure cautelari per l’ex senatore Lorenzo Diana, raggiunto però da tale misura nell’ambito dell’inchiesta la cui ordinanza abbiamo pubblicato poco prima della mezzanotte di ieri.

Emerge dalla lettura degli atti della Magistratura, in maniera prepotente la figura dell’ex senatore Diana, rappresentato come una persona capace di intervenire sulle decisioni che riguardavano il comune di San Cipriano d’Aversa e quelli limitrofi, quasi come se li amministrasse direttamente, svilendo, di convesso, il peso politico di chi invece era legittimamente il sindaco di San Cipriano.

Tra i destinatari della misura restrittiva appare il nostro concittadino Pasquale Matano, per anni presidente della squadra sportiva “Valente Calcio”, e per questo molto conosciuto in paese.

Quest’ultimo è stato raggiunto dall’ordinanza cautelare dei domiciliari. Dalla lettura del documento emerge che questi ha collaborato con gli inquirenti per fare chiarezza sugli affari della Cpl Concordia, anche se la sua collaborazione non appare essere “pienamente soddisfacente” per i Magistrati che lo “accusano”, insieme a Lancia, del fatto che “emerge come il loro interesse principale sia quello di conservare il loro lavoro in CPL”.

In allegato, comunque, l’ordinanza completa che certamente più di quanto potremo fare mai noi o chiunque altro permetterà –  ai nostri lettori – di farsi la propria idea su fatti, persone e circostanze.

 

Pietro Ricciardi

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *