CdP

Dieci anni fa moriva Crescenzo Valente: un uomo normale!

Sono passati dieci anni dalla prematura morte del dirigente locale e provinciale del P.C.I.- P.D.S. Crescenzo Valente ed ancora oggi la sua figura di amorevole marito e padre, di onesto lavoratore e appassionato politico manca, non solo ai suoi familiari e compagni di partito, ma all’intera comunità.
Crescenzo Valente fu un uomo normale con una straordinaria passione per la politica, per l’impegno civile e attenzione verso le fasce più deboli della società.
In anni di forte contrapposizione ideologica, seppe confrontarsi con toni duri, ma sempre nel rispetto dell’avversario e nei limiti della normale dialettica politica.
Fu un uomo di partito, che rinunciò, nell’esclusivo interesse della sua parte politica, alle legittime aspettative di carattere personale, cercando di favorire l’affermazione dei giovani , verso i quali era legato da sentimenti profondissimi.
Militante coerente, ma sempre aperto al cambiamento, aderì con convinzione alla “svolta del 1989” e sostenne con entusiasmo la nascita del P.D.S. e le aperture verso il riformismo, che qualche anno dopo si concretizzarono con la nascita dei Democratici di Sinistra.
Per Crescenzo Valente la militanza era spirito di servizio e sacrificio per la sua parte politica, finalizzati, però, al superiore interesse di tutta la comunità.
Crescenzo rappresenta un modello di uomo, amico e politico attuale oggi più che mai. Egli è un esempio per la sua coerenza, onestà, rettitudine morale, ma soprattutto perché fu un uomo normale.
Il recupero del senso della normalità, in una comunità come la nostra, dove imperano gli eccessi in ogni settore della società: nella politica, nella comunicazione in primis.
Una comunità dove l’esercizio del potere è visto come prevaricazione costante sugli avversari, dove la politica non è solo servizio della comunità, ma è soprattutto ricerca dell’affermazione personale, dove il rispetto delle Istituzioni è una pratica sempre più in disuso, soprattutto in chi le rappresenta, dove il ricorso alla menzogna è sistematico, avrebbe davvero ancora bisogno di un uomo normale come Crescenzo Valente.

Ros.Cav.

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *