CdP

*Pignataro* – Una denuncia anonima contro le costruzioni delle nicchie

Sembra aver fatto centro, almeno per una parte di ciò che è denunciato, l’esposto anonimo giunto a diverse persone, istituzioni, enti e privati sui lavori in costruzione al Cimitero comunale della cittadina dell’agro caleno, inerenti la realizzazione di alcune centinaia di nicchiaie.
Infatti, da qualche giorno, è comparso sulle lamiere che circondano la costruzione, nell’ala nord-est del centenario camposanto, un foglio contenente la tabella indicativa di quanto si va a realizzare, cioè proprio una parte di quello che l’esposto aveva evidenziato laddove era scritto che:” Sulla recinzione del cantiere non c’è scritto chi sta facendo i lavori.”.
Questo fatto, secondo alcuni, depone male per chi è contravvenuto a tale inadempimento e fa compiere un salto di qualità all’anonimo estensore che ha indirizzato la missiva alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, al Prefetto di Caserta, dott. Schilardi, al Questore di Caserta, dott. Vincenzo Roca, ai Carabinieri di Pignataro Maggiore, ai Vigili Urbani della cittadina, al Sindaco della stessa, all’ingegnere Parente del Comune, al Segretario Comunale, dott. Vito Carangi, al Difensore Civico, dott. Giorgio Bovenzi, all’assessore al Cimitero, che non esiste perché vi è solo un consigliere delegato, il prof. Pietro Pezzulo, ai giornalisti Enzo Palmesano, Ignazio Del Vecchio, Salvatore Minieri e Giovanni Tridente, al sito Internet di Pignataro Maggiore, tenuto da Pietro Ricciardi, a tutti gli assessori e a tutti i consiglieri comunali.
La lettera, ben organizzata, porta anche un oggetto: “esposto denuncia per lavori di realizzazione delle nicchie.”. E attacca subito con la frase :”Bloccate subito quei lavori e tutte le carte. Voi tutti dell’amministrazione di Pignataro Maggiore state permettendo di fregare ancora una volta i cittadini. Le nicchie che state facendo costruire sono abusive e non sono quelle che ci avete promesso, e sono pure troppo piccole. Ma chi ha dato quel permesso?
Il permesso non poteva essere dato e le costruzioni che stanno facendo non sono uguali al progetto e ho fatto pure le fotografie. Sulla recinzione del cantiere non c’è scritto chi sta facendo i lavori. Voi politici, di destra di sinistra e di centro, maggioranza e minoranza, lasciate che tutto può succedere.
Siete tutti della stessa pasta e state lì solo per riscaldare il sedere e le tasche. Spero che le forze pubbliche e il Sindaco vanno subito a bloccare i lavori e a guardare cosa stanno combinando, perché le nicchie costano troppo e mi pare che ci stanno rubando i soldi dalla tasca. Che fine hanno fatto le nostre richieste di prima? Ma da dove viene questa ditta che si sta prendendo i nostri soldi? Da dove è uscita? Perché ‘è venuta proprio a Pignataro? Chi gli ha fatto vincere la gara? Ma ci stanno tutti i permessi ? E’ stato dato il permesso della Asl e del Genio Civile? E la Commissione Cimiteriale sa tutto?”
Firmato:” Il Comitato per la difesa del Cimitero di Pignataro”.

Ze.Da.

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *