CdP

*Agro Caleno* – Bufala giornalistica – vittime tutte le testate provinciali

E’ stata sicuramente ben studiata l’ennesima bufala giornalistica di cui siamo stati, questa volta, vittima anche noi, in buona compagnia di tutte le testate giornalistiche provinciali.
Giorno 18 abbiamo annunciato un incontro sul tema delle origini della frazione di Petrulo (art. 2800) che non è mai stato organizzato.
Il tutto è partito da un comunicato stampa fasullo, a cui abbiamo colpevolmente dato credito, che è statto ripreso da www.caserta24ore.it prima (giorno 15), dal nostro sito e dal Quotidiano di Caserta il giorno successivo, dalla “Gazzetta di Caserta” il giorno ancora successivo e dai restatnti quotidiani con dei brevi richiami ancora dopo.
La nostra rivisitazione del comunicato la potete ancora leggere sul portale (art. 2800), non potete invece leggere lo stesso su caserta24ore che adotta, come linea editoriale quella di eliminare i pezzi “non graditi” a posteriori.
Una bella lezione a tutti coloro che si occupano di informazione, noi per primi, ovviamente.
In verità anche in passato abbiamo commesso qualche errore, e qualcuno lo abbiamo evitato, segnalando quando gli altri quotidiani non sono riusciti a fare altrettanto. Ci pare giusto, questa volta, ammettere l’errore e chiedere scusa ai nostri lettori. Fortuna vuole che la “stampa controlla la stampa” e chi non cade nel tranello mette in allarme i lettori avvisando della svista. Uno strumento di garanzia indiretta, uno dei tanti benefici della pluralità e libertà di espressione/stampa.
Questa volta, però, tutti sono caduti in errore, che abbiano deciso di fingere il contrario o che abbiano decisa di fingere che non sia acaduto nulla.
Noi, come al solito, invece, ci sottoponiamo senza arrossire al giudizio dei nostri lettori.

P.S. Un Grazie all’amico Salvatore Minieri che per primo ci ha comunicato la svista.

Pietro Ricciardi

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *