CdP

*Pignataro* – lettera all’editore di caserta24ore ed al nostro ex direttore

Mi rivolgo innanzitutto al buon Giovanni, che parla di anonimo riferendosi al sottoscritto.
Caro editore di caserta24ore.it, caro Tridente, pur dovendo riconoscere il mio errore nel non aver verificato l’attendibilità di una notizia, non credo si possa sottacere che per primo, e per più di due giorni la notizia è stata pubblicata proprio dalle pagine di caserta24ore.it.
Ora si vuole “scaricare il barile” su altri. Non si vuole citare la fonte del problema, ma con l’ascia, si finge che a monte non sci sia nulla, e che tutto parta dal quel colpo d’ascia, dimenticando che tale A. C. ha firmato un articolo che riporatava la stessa notizia, due giorni prima, su caserta24ore… ho la print screen della pagina, ma da dove mi trovo non posso pubblicarla per mativi tecnici, lo farò su comunedipignataro.it appena possibile.
Non posso che essere affascinato, come sempre, dalla penna di Giovanni Tridente, che con bravura esemplare trova come aggirare gli ostacoli, dimenticando, però, purtroppo, articoli su persunti rischi di crolli della chiesa di San Giorgio Martire, dove, ho verificato personalemente, esiste un certificato di agibilità e nella quale si celebrano i matrimoni nella nostra comunità.
Pluralità, si, credo che sia la strada per la democrazia, e non è detto che a lasciarsi condizionare siano quelli che hanno continuato a credere nei valori in cui si rispecchiano, che non hanno tradito la propria identità politica e culturale. Il condizionamento può esserci anche quando si raccolgono voci di strada, magari incazzate, le cui parole e le cui incazzature potrebebro provenire anche dall’incapacità di trovare veri argomenti su cui basare il proprio attacco che non è più politico o giornalistico ma personale.
Tralascio una disquisizione del giornalismo mestiere e giornalismo passione – sarebbe lungo e noioso – solo voglio far rilevare che sono coloro che sono mossi da passione ad ottenere i migliori risultati, col tempo, e magari dopo aver preso molti pugni in faccia.
A molti “giornalisti professionisti” o quasi, dovrei rinfacciare che io non ho dovuto ancora smentire le mie idee su una formale lettera di scuse; non sono mai fuggito dalle mie responsabilità, e, come sempre, anche per aver preso una bufala, in ottima compagnia, visto che hanno seguito tutti i quotidiani cartacei della provincia, e sotto la “guida” di caserta24ore, ho pubblicamente chiesto scusa ai miei lettori per l’errore commesso, e nemmeno li ho rassicurati che la cosa non riaccadrà più. So benissimo che l’errore è in agguato ed altri potrò commetterne.
Intanto, emulo di quale illustre personaggio del passato, invito a scagliare la prima pietra a chi è “senza peccato”.

Spero che tanto sia sufficiente perchè si valuti l’accaduto sutto la prospettiva dei fatti e non dei livori personali.

Pi.Ri.

© Riproduzione riservata

Share This:

1 comment for “*Pignataro* – lettera all’editore di caserta24ore ed al nostro ex direttore

  1. vittosi
    23 Novembre 2004 at 19:15

    Aver compagni al duol scema la pena. Non credo vi sia motivo per polemiche atteso che l’accaduto sembra essere insignificante. Se poi qualcuno coglie l’occasione per esternare presunti livori lo faccia apertamente potrebbe essere l’occasione per conoscere e conoscerci meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *