CdP

*Vitulazio* – In arrivo i POR Campania

Il Programma Operativo Regionale P.O.R. – Campania – 2000 – 2006 (interventi nel settore dell’Agricoltura, dello sviluppo Rurale e della Pesca) prevedendo nella Misura 4.16 del Sottosettore Agricoltura, l’organizzazione e lo svolgimento di corsi di aggiornamento e formazione professionale per imprenditori agricoli e forestali. I temi di interesse sono:aggiornamento sull’innovazione tecnologica e produttiva; conduzione aziendale; agricoltura ecocompatibile; attività forestali e gli aspetti gestionali ed amministrativi delle cooperative e delle associazioni di produttori.
La Misura 4.16 mira a migliorare l’efficienza aziendale ed il raccordo delle scelte imprenditoriali rispetto ai nuovi orientamenti di mercato, soprattutto per quanto attiene la qualità delle derrate, l’esigenza di contenere i costi di produzione e le altre priorità indicate dalla politica agraria, l’offerta d’innovazioni tecnologiche, e la diffusione di produzioni compatibili con la tutela ambientale e la cura dello spazio rurale e dando origini alle produzioni di qualità. Proprio per quest’ultimo aspetto , dalla scorsa settimana , presso la Sala Consiliare del Comune di Vitulazio, in collaborazione con l’amministrazione comunale guidata dal prof. Luigi Romano che gentilmente si sono,anche quest’anno messi a disposizione , ha preso vita il IV° corso di aggiornamento su “ Agricoltura Ecocompatibile”. Il corso è organizzato dal Dr. Agr. Francesco Papale dello STAPA – CePICA di Caserta – Centro di Sviluppo Agricolo ( Ce.S.A.) di Capua ove è il Responsabile dello Sportello Fitosanitario Zonale. All’attività di aggiornamento partecipano n° 15 imprenditori agricoli della zona (iscritti al registro delle imprese presso la C.C.I.A.A. ed all’I.N.P.S.) i quali oltre alle lezioni teoriche potranno, sondare quanto appreso nelle stesse, attraverso le visite guidate, presso strutture che attuano tipi di agricoltura integrata o biologica rendersi conto dei risultati La finalità del corso è quella di fornire ai corsisti tutti i suggerimenti atti a contenere l’impatto ambientale e la conservazione dello spazio naturale oltre a contribuire alla tutela della salute sia dei consumatori che degli operatori agricoli. L’agricoltura integrata si pone l’obiettivo di favorire l’introduzione o il mantenimento di metodi di produzione agricola a minor impatto ambientale attraverso l’applicazione di norme definite dal Piano Regionale di Lotta Fitopatologia Integrata (PRLFI) e dal Piano Regionale di Consulenza alla Fertilizzazione Aziendale (PRCFA) predisposti dalla Regione Campania. Mediante la diffusione dei criteri e delle metodologie descritte nei suddetti Piani si mira al controllo dell’inquinamento provocato dall’attività agricola ed alla riduzione delle produzioni eccedentarie al fine di ridurre la qualità dei concimi azotati e di fitofarmaci utilizzati. L’Agricoltura biologica si pone l’obiettivo di incentivare l’uso di tecniche colturali che eliminano l’impiego di sostanze chimiche di sintesi mediante l’introduzione o il mantenimento di metodi di produzione biologiche. Al termine del corso ai partecipanti, previo un colloquio finale, sarà rilasciato un attestato di frequenza.

Noemi Tosti

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *