CdP

Amo sentire qualche volta un uomo che è del suo parere

Un titolo importante quello di questo mio contributo, che attinge addirittura dal filosofo David Hume, che scrisse la frase che ho scelto come titolo di questo editoriale.
In modo un poco irriverente, da cattivo cristiano e da semplice osservatore della politica, senza le capacità di analisi di illustri commentatori, ho ritenuto che questa frase potesse ben rappresentare il pensiero di chi, come me, ha vissuto la vicenda che ha visto coinvolto l’On.le Rocco Buttiglione al parlamento di Strasburgo.
Rocco Buttiglione, già Ministro italiano delle politiche comunitarie, è stato battuto per un solo voto alla candidatura quale presidente della “Commissione delle libertà pubbliche, giustizia ed affari interni” del Parlamento Europeo.
Tre i punti principali del Ministro Buttiglione: l’omosessualità; il matrimonio; la famiglia.
La matrice profondamente cristiana dell’On.le Buttiglione è, non solo di dominio pubblico, ma addirittura è uno dei valori cui il Ministro si ispira pubblicamente.
Quanto è giusto che una persona chi si trovi nell’esercizio della propria attività politica, si renda pubblicamente e fattivamente promotore del credo che professa?
Le posizioni espresse da Buttiglione sui temi a lui cari si possono riassumere nei seguenti tre pensieri: 1 – L’omosessualità può essere considerata un peccato o un disordine morale; 2 – Il matrimonio non può verificarsi se non fra persone di sesso diverso; 3 – Il divorzio è ormai patrimonio comune la cui competenza appartiene allo stato pur ribadendo le riserve morali sul tema.
Queste dichiarazioni sono bastate perchè si sollevasse uno sciame di dissensi e lo si accusasse di non essere idoneo alla presidenza della commissione comunitaria.
Pur essendo le opinioni di Buttiglione perfettamente rispondenti alla morale evangelica, la veste di garante della libertà di opinione di cui deve essere promotore chi ricopre o aspira a ricoprire incarichi istituzionali, il quale deve garantire anche la libertà di opinione di chi la pensa diversamente da lui, fanno si che tali esternazioni fossero di fatto fuori luogo.
Le esternazioni dell’On.le Buttiglione, che meritano dunque tutto il rispetto dovuto alla testimonianza ed alla coerenza di chi ha abbracciato con convinzione e coerenza una fede e le idee che sono alla base di essa, hanno involontariamente indotto il sospetto che sottintendessero una forma di proselitismo, tanto da aver comportato la sconfitta, sia pure di strettissima misura, del politico salentino.
Una valutazione delle stesse opinioni, espresse in contesti differenti, andrebbe oltre lo scopo di questa mia riflessione.
Ho però ascoltato in chiesa, in una dell e poche occasioni in cui vi vado, che chi è Cristiano, professa la sua fede in ogni azione ed in ogni momento della propria vita, è per questo che ho apprezzato il gesto di onestà intellettuale dell’On.le Buttiglione, malgrado non ne condivida le idee, in modo particolare rispetto al primo dei tre punti… ma questa è un’altra storia.

Pietro Ricciardi

© Riproduzione riservata

Share This:

1 comment for “Amo sentire qualche volta un uomo che è del suo parere

  1. vittosi
    30 Novembre 2004 at 15:29

    Concordo perfettamente sulle riflessioni di Pietro nei confronti dell’On: Buttiglione. Reputo che vi sia stata una grave ingiustizia ed il rinnegare i principi etici che dovrebbero essere comuni ai popoli europei.
    Non condivido le coclusioni di Pietro. Io, al contrario, apprezzo sia l’onestà intellettuale dell’On Buttiglione sia i tre pensieri da Pietro evidenziati e patrimonio dell’ottimo Onorevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *