CdP

L’altra Pignataro: il confronto deve essere in piazza davanti a tutta la città

 

“Abbiamo deciso di declinare l’invito ad un ‘confronto all’americana’ fatto da Giorgio Magliocca perché, semplicemente, quello non era un invito e quello prospettato non era nemmeno un confronto.

Una richiesta di tale genere, infatti, non può avvenire mediante un post su di un social network e un confronto serio e leale tra i candidati deve essere affidato ad un giornalista terzo e imparziale, del tutto estraneo alle vicende politiche cittadine.

Lasciare che sia una delle parti in causa a porre le condizioni di un confronto a tre vuol dire non volere realmente un confronto. Potevamo fare lo stesso gioco e avanzare una controproposta ma abbiamo deciso di non farlo.

Abbiamo deciso di confrontarci, come da tradizione, in piazza, nel giorno di chiusura, davanti a tutta Pignataro, perché se qualcuno vuol fare l’americano è bene che si ricordi dov’è nato”.

C.S.

© Riproduzione riservata

Share This:

1 comment for “L’altra Pignataro: il confronto deve essere in piazza davanti a tutta la città

  1. Misterx
    3 Giugno 2016 at 13:37

    Il motivo del declino all invito è che a paura come si suol dire fa 90!!! Evitare di confrontarsi e guardare gli avversari negli occhi non è mai stato facile per lei. Da vecchia prassi ” caro cuccaro ” e facile far credere agli altri ciò che altri non sanno. Vogliamo parlare delle primarie? Questo paese e stanco dei giochetti ed intrallazzi politici. Aprire la bocca indicare gli errori e avere il coraggio di dire la verità di cosa l ha spinta a reggere il vecchio caro cuccaro. Pignataro ha bisogno di persone valide che ripulisano il paese da questi continui intrallazzi. Ps: non fa per voi !!! Grazie a voi il paese non ha più un futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *