CdP

Barbaro: create le condizioni per la crescita di Pignataro

L’amministrazione Cuccaro ha finalmente abbandonato palazzo Scorpio dopo 5 anni fallimentari passati a risanare i conti con i nostri soldi , a far querele e …. Basta. Dei tre candidati sindaci e rispettive liste a me non piaceva nessuna in particolare ma una scelta l’ho pur dovuta fare e chi mi chiedeva spiegavo le mie ragioni e il mio disappunto a ciò.

Purtroppo oggi fare il consigliere comunale è diventato un posto di lavoro a tutti gli effetti e vedere le nostre liste piene di persone che non lavorano o arrancano per non so quali motivi mi fa rabbia se penso a tanti sacrifici fatti da me e altre persone per lavorare in questi anni lontano da casa ogni giorno senza che nessuno ci abbia mai dato niente in più . Con questi sacrifici abbiamo costruito le nostre famiglie e stiamo crescendo i nostri figli. Qualcuno potrebbe dire che sono invidioso o che potrei mettermi in gioco come fanno altri. Io rispondo che lavorando fuori PIGNATARO da 12 anni e faccio il pendolare e amo il mio lavoro a cui non rinuncerei per un posto a palazzo Scorpio finché starò lontano.

Purtroppo io ho il presentimento che PIGNATARO non vuol cambiare ma no perché ha vinto una lista e no un’altra ma perché sono le persone, i modi e i costumi a non cambiare , perché chi vorrebbe veramente fare non scende a volerlo cambiare , perché i giovani validi sono fuori a realizzarsi non avendo trovato opportunità o sbocchi, perché se non sei figlio di o parente di sei un povero sfigato laureato e disoccupato , perché ….. Potrei non smettere più . Oggi avremo 12 nuovi ( si fa per dire) amministratori e nelle loro mani sono le speranze di un paese , in cui con la mia famiglia ho scelto di vivere, che da 20 anni non fa altro che peggiorare, a loro rivolgo il mio appello:
CARI NUOVI AMMINISTRATORI, che a breve sarete anche voi stipendiati o doppiamente stipendiati, PRENDETE L’IMPEGNO SERIO DI CREARE UNA STRUTTURA PER PIGNATARO CHE POSSA CREARE SBOCCHI PER I GIOVANI , E CHW QUESTE NON SIANO LE SOLITE CENTRALI DI SMALTIMENTO, O SOCIETÀ DI VIGILANZA O TRE MESI DI CONTENTINO “abbascio PIGNATARO” , MA UNA RIQUALIFICAZIONE SERIA DELLA NOSTRA ARIA INDUSTRIALE. E POI CERCHIAMO DI CREARE QUALCHE ATTRAZIONE O STRUTTURA CHE TANGA I GIOVANI A PIGNATARO E NO NEI PAESI VICINI. NON CHIEDO MIRACOLI MA ALMENO CHE CI SI PROVI.

L’augurio va al nuovo sindaco e amico Gio Ste che possa guidare al meglio questi giovani e a Piergiorgio Mazzuoccolo che possa fare una valida opposizione ,laddove necessaria , e collaborazione per il bene del paese e per la sua rinascita.

E faccio un appello anche ad altri giovani e non più tanto giovani come me di uscire un po fuori da certi schemi e prendersi l’impegno di confrontarsi con la nuova amministrazione per il bene comune di tutti e per un paese che non veda scappare anche i nostri figli. Le idee le abbiamo tutti. Mettiamole in pratica.

IN BOCCA AL LUPO A TUTTI

Gerardo Barbaro

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *