CdP

Amo ergo sum – L’amore oltre il pensiero di Aldo Fucile

Lo scrittore emergente Aldo Fucile nel libro Amo ergo sum – L’amore oltre il pensiero raccoglie riflessioni di spessore sui vari temi importanti dell’esistenza. In questo saggio vengono affrontati argomenti come l’amore, la vita, la morte.
Soprattutto Aldo Fucile analizza come il pensiero generi dei meccanismi che ostacolino, a volte, il compimento della vita. Il pensiero spesso diviene ostacolo, impedendo di vivere nel presente così come di proiettarsi verso il domani. Ciò compromette l’abbandono all’amore.
L’esigenza di amore viene dall’incertezza, dimostra la necessità di sicurezza e questa ricerca spesso pone l’uomo dinanzi a un conflitto vissuto dentro di sé e a confronto con gli altri.
Partendo dalla spiritualità orientale, Aldo Fucile nel libro Amo ergo sum – L’amore oltre il pensiero racconta come i meccanismi generati dalla mente producano sentimenti negativi esaltando in alcuni casi l’egocentrismo, la gelosia, la competizione, l’invidia e persino la violenza.
Lo scrittore con questa sua analisi vuole aiutare le persone ad andare oltre i limiti che spesso impone la razionalità per accompagnare il lettore a conquistare l’amore vero, che si trova al di là del pensiero e del proprio ego.
La società tecnologicamente avanzata, proiettata verso un futuro “perfetto”, questa società sempre di corsa che è stata realizzata dall’uomo non esalta le sue potenzialità ma mostra i suoi limiti. L’uomo ha infatti creato una società ingiusta e violenta basata sul pensiero e poco sui sentimenti, tanto che diviene difficile amare.
La ricerca della felicità esula dalle riflessioni, anzi è proprio quando non ci si lascia più influenzare negativamente dal pensiero che l’uomo riesce a vivere in pace con se stesso e di conseguenza con gli altri.
È come se la mente offuscasse l’anima, schermando il cuore dai buoni sentimenti e dal coinvolgimento emotivo. È come se l’essere umano fosse schiavo della propria razionalità, che rende ciechi persino dinanzi a tanta bellezza. È come se guardassimo sempre al futuro perdendo la gioia dell’immediato; il sogno e la speranza non ci danno la possibilità di cogliere l’esperienza dell’amore nella sua totalità.
In Amo ergo sum – L’amore oltre il pensiero, Aldo Fucile non vuole ovviamente sminuire la forza e l’importanza del pensiero, ma mostrarne i limiti quando annebbia la reale percezione e fa perdere ciò che conta: l’amore.
Un saggio intenso, intelligente e pungente. Un libro che porta alla riflessione anche il lettore che non è d’accordo con il punto di vista dello scrittore.

Recensione Libro Amo ergo sum – L’amore oltre il pensiero

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *