CdP

*Pastorano* – Rete5Napoli alla ricerca di nuovi talenti

La casa di produzione televisiva di Pastorano, Rete 5 Napoli, intende avviare insieme all’ingegner Pierangelo Gregorio un progetto volto alla valorizzazione di nuovi talenti artistici attraverso la realizzazione di videoclip, oltre a provvedere ad una promozione degli stessi con un abbattimento notevole dei costi di gestioni. Il progetto, che si andrebbe a realizzare sul territorio, è stato discusso durante un vertice, svoltosi a Napoli presso la sede dell'”Ecomat- Phoninternet, tra il rappresentate legale della Rete 5 Napoli, l’ingegner Gregorio e Raimondo Casaceli, quest’ultimo esperto webmaster impegnato tra l’altro nel mega portale www.comunieuropei.com, altro progetto ideato da Gregorio. In occasione della riunione, svoltasi la scorsa settimana, i promotori hanno posto le basi per l’avvio del progetto artistico rivolto ai giovani artisti intenzionati ad intraprendere ed entrare a far parte del mondo dello spettacolo. Un progetto che prevede la presentazione al pubblico di un format musicale di produzione diverso da quelli in commercio e la realizzazione dei videoclip, comprensivi di promozione. Il pacchetto, ideato a basso costo di gestione, per agevolarne la qualità e senza perderne in termini di prodotto, prevede produzione e post- produzione e la promozione attraverso stampa, tv, radio e internet. Il team che vede al suo interno professionisti del settore è , già al lavoro e tra l’altro si apprende anche che il produttore discografico capuano Paolo Boruni, ha messo a disposizione il suo prezioso contributo di esperienza per ottimizzare il prodotto, offrendo anche alcuni canali di promozione. L’iniziativa, che nasce dallo spirito di voler coinvolgere i giovani artisti e dar loro un imput valido, basato sull’esperienza accumulata negli anni dai promotori, è una valida possibilità di dimostrare le proprie doti artistiche oltre a mirare, nel contempo, a valorizzare le risorse ambientali, storiche, artistiche e culturali presenti sul territorio che va dall’agro caleno a quello partenopeo. Non è a questo punto da sottovalutare, considerato l’abbinamento con Boruni, che in detto progetto non si tralasci l’aspetto sociale in quanto, come risaputo, lo stesso Boruni punta sempre ad un discorso di integrazione, di lotta contro l’indifferenza e l’abbattimento delle barriere mentali, che spesso creano ostruzionismo e rendono la quotidianità e le stesse semplici iniziative delle ardue imprese, difficili da fronteggiare. Per ulteriori informazioni gli interessati possono contattare il numero 392.5671341.

Aldo Di Paoli

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *