CdP

La missione dei Salesiani di Don Bosco nello Sri Lanka

Fondatore dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice, Don Giovanni Bosco fu canonizzato alla chiusura dell’anno della Redenzione nel 1934. Il 31 gennaio 1988 Giovanni Paolo II lo dichiarò «padre e maestro della gioventù».
Figlio di agricoltori con un vissuto non del tutto facile specialmente dopo la perdita del padre Francesco, quando aveva solo 2 anni, Giovanni Bosco dovette superare anche l’opposizione del fratellastro Antonio, che era del tutto contrario a farlo studiare, nonostante nel piccolo Giovanni già era evidente la sua straordinaria intelligenza, che si sarebbe esplicata nella preghiera, nello studio e soprattutto nell’amore per i ragazzi poveri e abbandonati.
Nasceva così,con solo 4 sacerdoti, la congregazione dei Salesiani per poi diventare la grande casa dei ragazzi poveri ed abbandonati di Torino, dell’ Italia e del Mondo.
“Formare buoni cristiani e onesti cittadini” è la pedagogia sintetizzabile nel sistema educativo di don Bosco che si basa su pilastri fondamentali, quali la religione, la ragione e l’ Amore verso i giovani bisognosi.

Oggi la congregazione salesiana al servizio della gioventù ha raggiunto uno sviluppo incredibile, in quanto è presente sia in Italia che in angoli più remoti del mondo, e anche nello Sri lanka, con i suoi ben 18 centri sparsi su tutto il territorio.
Tale comunità dello Sri Lanka offre a studenti non privilegiati la possibilità di imparare un mestiere con facile inserimento nel mondo del lavoro.
Si tratta di una grande missione quella dei Salesiani di don Bosco dello Sri Lanka, sia in termini di insegnamento in attività d’informazione specifiche per impedire che i ragazzi più vulnerabili, come i poveri abbandonati ed orfani, cadano vittime della tratta di esseri umani( purtroppo spesso accade che questi ragazzi sono vittime del turismo sessuale minorile). Altrettanto importante si rivela l’impegno di dare ai ragazzi poveri e bisognosi una formazione professionale affinché possano poi avere un lavoro per un guadagno dignitoso al fine di essere degli adulti responsabili e dei cittadini costruttivi per la loro comunità e la loro Nazione.
Don Bosco, tanto amato in vita, è oggi uno dei Santi più invocati dalla comunità cattolica, ma anche il più osservato e apprezzato anche da uomini di altre religioni, sia essi musulmani, buddisti e Hindu dello Sri Lanka, grazie al risultato straordinario conseguito dai Salesiani. Forse meno lo è dagli uomini di potere, questi ultimi spesso ” miopi” verso gli ultimi.

Carlo Scialdone
Sri Lanka

I Salesiani Di Don Bosco Nello Sri Lanka

Flickr Album Gallery Pro Powered By: Weblizar

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *