CdP

Il cuore nobile dei Missionari dello Sri Lanka

Lo Sri Lanka è un’isola splendida, “la perla dell’Oceano Indiano”, un paradiso per i turisti, ma è nel contempo nota per il turismo pedofilo.
Scopriamo cosa c’è dentro il cuore nobile dei salesiani di Don Bosco ed il loro esercito di volontari.
L’italiano Padre Gabriel Garnica, da oltre 30 anni nello Sri Lanka, insieme ai missionari e ai loro volontari, si occupa dei ragazzi orfani, abbandonati e vittime di abusi sessuali.
Si lotta instancabilmente e senza paura contro i ladri di bambini che arrivano qui nella terra soprannominata “paradiso dei bimbi “ per difendere i “Beach boys “ ( ragazzi di spiaggia ), vittime dei pedofili che uniscono il riposo al piacere, approfittando della povertà e della miseria.
“Sono ragazzi che non sono mai stati bambini o che lo sono stati per troppo poco tempo. La violenza, gli abusi, la guerra, la povertà li hanno spinti fuori dall’infanzia a forza e prematuramente”- ci sottolinea Padre Gabriel con le lacrime agli occhi.
Attraversiamo i corridoi, a passo lento, insieme a Padre Gabriel ci fermiamo a fissare i volti di questi ragazzi ritrovati soli, scaraventati in una vita dominata dall’incertezza e mirata alla mera sopravvivenza.
Evidenti sono ancora, nei volti di questi ragazzi, le ferite delle violenze subite nel corpo e nella mente, strumentalizzati dagli adulti per un’ora di piacere. Tuttavia, il cuore nobile dei missionari e dei volontari è lì per loro, con la porta della grande casa “Don Bosco” sempre aperta.
I volontari sotto il cielo aperto, con le loro povere strutture, insegnano storia, geografica, scienza e matematica .
A ragazzi più grandi si insegna un mestiere, ma il lavoro più difficile, con un percorso lungo ed in salita, consiste nella riabilitazione dei ragazzi vittime di abusi sessuali.
Tocchiamo oggi con mano l’operato di questi missionari e volontari laici che hanno sposato una causa precisa : donare la propria vita agli altri, regalando ogni giorno, non con pochi sacrifici, sorriso ed amore.
Far conoscere al mondo il loro instancabile, silenzioso e prezioso operato è un dovere di quanti operano nel mondo dei media e dell’informazione perché loro, i missionari ed i volontari, sono i veri interpreti del volontariato, lavorano gratuitamente per il bene dei piu’ deboli, sono i garanti di una società fondata su sani principi e buoni valori, ma soprattutto uomini coraggiosi che puntano, senza timore, il dito contro il ladro di bambini di turno e sanno far sentire la loro voce. Quindi stiamo comunicando la realtà di un esercito dei missionari di don Bosco nello Sri Lanka, veri e autentici odierni testimoni del Vangelo, contro la tratta degli esseri umani, il turismo pedofilo e il commercio dei bambini.
Ora che ho mangiato, giocato e studiato con questi ragazzi posso evidenziare che questi uomini e queste donne dediti all’ educazione, alla formazione e alla riabilitazione danno, inoltre, a questi ragazzi un “Bosco Sevana’, ossia un rifugio di protezione ed amore, ponendosi come osservatori privilegiati in quanto sono in grado di vedere tutto l’orrore di fatti ed eventi che fanno della dignità umana un sanguinante e misero fardello.
E noi siamo complici di questo orrore se non ascoltiamo la loro voce…
Non sono retorico nell’affermare che tali missionari e volontari sono degli autentici eroi.

Carlo Scialdone
Sri Lanka

Sri Lanka- Il Cuore Nobile Dei Missionari

Flickr Album Gallery Pro Powered By: Weblizar


​​

© Riproduzione riservata

Share This:

1 comment for “Il cuore nobile dei Missionari dello Sri Lanka

  1. Garniga Gabriel
    26 marzo 2018 at 12:05

    Caro Carlo,
    Grazie per questo tuo intervento professionale per il nostro lavoro.
    Vorrei precisare soltanto due piccolezze: il mio cognome e’ Garniga e non sono padre (ma soltanto figlio) Brother, Fratello.
    Ma no preoccuparti, non e la prima volta che mi chiamano “Padre”.
    Congratulazioni per il tuo modo di scrivere, presentare i problemi e andare al cuore.
    Ciao. Ogni bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *