CdP

Doppio premio per “Il delitto di atti persecutori” di Domingo Magliocca

Dopo il Premio “Uniti per la legalità”, giungono altri due riconoscimenti per il nostro concittadino Domingo Magliocca, autore del libro “Il delitto di atti persecutori”.
Il 25 maggio 2018, a Rende (Cosenza), nell’ambito della 5^ edizione del Premio Letterario “Amaro Silano” – ove tra l’altro alle precedenti edizioni è stato premiato il Procuratore capo della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri, quale autore del saggio “Malelingue” nonché “scrittore divulgatore della cultura della legalità” -, la Giuria ha conferito a Domingo Magliocca la menzione d’onore – sezione saggistica.
In data 19 maggio 2018 nella suggestiva sala Positano dell’hotel Terminus di Napoli, durante la cerimonia di premiazione del premio letterario internazionale “Golden Book Awards 2018”, organizzato dall’Accademia degli Artisti, è stato assegnato al maresciallo dei Carabinieri Magliocca Domingo il Premio Cultura per il suo saggio “Il delitto di Atti persecutori”, con la seguente motivazione:
“Un testo complesso quello del Dott. Domingo Magliocca, un’opera che tratta a piene mani un problema sociale che colpisce in prevalenza le donne, il fenomeno dello Stalking in tutte le sue forme più morbose e indefinibili. L’autore non narra una storia di atti persecutori, ma l’insieme delle caratteristiche che ne compongono la natura e ancora di più la complessità delle autorità nel gestire il problema stesso.
Una complessità di gestione che deriva da tutto un insieme burocratico e sociale, in una realtà che pur avendo definito chiaramente l’atto persecutorio come un vero e proprio reato, è ancora incapace a prendere le giuste misure nei confronti di esso.
Un fenomeno molto ampio quello dello Stalking, ma che diversifica da persona a persona essendo lo stesso uno stato emozionale che pur avendo caratteristiche comuni è nello stesso tempo diverso in ognuno che lo applica. Questo è dovuto senza dubbio all’insieme di fattori personali, mentali e sociali che ogni individuo vive singolarmente. Le leggi sono facili da emettere ma difficili da applicare ed alcune ancora più delle altre. Quando si trattano gli stati emozionali del complesso sociale è difficile che una sola legge possa essere applicata all’insieme individuale anche se commette lo stesso reato.
L’autore esorta attraverso questo testo ad una presa di posizione più ampia a riguardo di questo tema che spesso sfocia in delitti mostruosi, in perdita di dignità, in un degeneramento di entrambe le posizioni di vittima e carnefice fino al dissolversi di vite e di intere famiglie.
Un saggio di particolare rilevanza sociale, individuale, legislativa, maestoso sotto ogni profilo sia tecnico che letterario, un saggio che segna la storia per un autore alle prese con l’intero sistema sociale e le omertà che lo sorreggono che spesso arrecano più danni dell’atto persecutorio in se stesso.
Complimenti!
Il Presidente della Giuria”

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *