CdP

LA BELLEZZA INDISTRUTTIBILE DELLO SRI LANKA

Vi sono stati anni e anni di occupazioni, dai portoghesi ai danesi, continuando con gli inglesi, invasioni mirate al tentativo di impadronirsi di questa magica ed antica terra,qual è lo Sri Lanka, dalle sue verdeggianti montagne alle sue immense foreste, territorio abbracciato e cullato da un oceano con i suoi fondali, costituiti da un letto luminoso di perle dove i suoi abitanti diventano i nostri compagini viaggio come i nostri amici delfini.

La guerra civile, durata 25 anni, tra le tigri tamil, gruppo militare separatista che si illudeva di ottenere una indipendenza inesistente ma che il governo Singalese è riuscito, dopo anni di lotta e perdite di vite umane, a sconfiggere e riportare la pace e l’unione nel nord del paese.
Impossibile dimenticare il tsunami che nel 2004 devastò e distrusse il sud e la costa ovest, quando il mondo intero si mobilitò, portando aiuti e solidarietà.

Coincidente con un periodo di grande ripresa e crescita, paese sempre in festa, battezzato con il nome di “isola della preghiera e della meditazione”, lo Sri Lanka è stato colpito, come è noto, vigliaccamente nel suo intimo dagli attentati del 21 aprile 2019, dove piccoli e grandi, chi nell’intimità del proprio credo, chi in lussuosi alberghi, mentre godevano la straordinaria eleganza e bellezza di quest’isola meravigliosa, sono stati barbaramente uccisi.
Quindi immenso dolore tante lacrime, ma nel contempo altrettanta voglia di continuare a vivere sull’isola denominata anche “la lacrima d’oriente”.
Un popolo, quello dello Sri Lanka, ha saputo dimostrare di non sapersi arrendere e, nella consapevolezza degli indimenticabili ricordi del passato, riesce ora a guardare all’indomani, dove il sole splende ancora ed il suo tramonto si rivela sempre più stupefacente.
Voglia di vivere è la parola d’ordine per una convivenza pacifica, che appartiene ad una società multiculturale e multireligiosa, che qualcuno ha provato invano di distruggere senza successo.
Al riguardo del successo, invece, il popolo dello Sri Lanka sa ben distinguere dove il Bene sta e dove, invece, il Male si annida.
Il Male che non ha mai avuto le sue radici in quest’isola più bella del mondo, dai suoi mille volti e dalle tante sfaccettature, proprio come una pietra preziosa, il suo zaffiro blu che giace nel grembo di madre terra di cui l’isola ne ricorda la forma.

La fratellanza ed il buon vivere è il “glutine” che unisce da secoli questo popolo dalla sua dolcezza meravigliosa fatta di gente ospitale e sorridente.
Quanti hanno potuto conoscere la perla dell’India sono riusciti a toccare con mano il suo fascino, spiagge fantastiche, templi smisurati e foreste tropicali, ma soprattutto sentire, percepire il calore della gente, la dolcezza di un popolo meraviglioso ed ascoltare a qualsiasi ora i canti del proprio credo, assaporando la diversità del cibo che con amore ti offrono per strada e nelle loro umili case affumicate.
Ovunque c’è vita si può scorgere, pur nelle difficoltà quotidiane, il sorriso in questa terra risplendente, dal nome musicale per una straordinaria isola tropicale dal fascino esotico, satura di spiritualità e serenità’, capace di evocare immagini di zaffiri scintillanti, di elefanti al lavoro, di spiagge immense, di imponenti resti di antiche civiltà, di dimore coloniali, di giungle intricate.

Nel prosieguo del nostro viaggio riceviamo lezioni di vita ed anche di sopravvivenza, ma soprattutto entusiasmo nel voler continuare ad esplorare l’unicità dell’antico fascino dell’isola di Ceylon.

Carlo Scialdone
Sri Lanka

La Bellezza Indistruttibile Dello SRI LANKA

Flickr Album Gallery Pro Powered By: Weblizar

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *