CdP

2^ Edizione del premio Nazionale“Giuseppe Giacosa – Parole per la Musica”

Colleretto Giacosa (TO) – Domenica, 18 settembre alle ore 16.30 presso la Casa Giocosa a Collaretto il Premio Giocosa, nato nel 2004. Detto premio è l’unico in Italia assegnato ogni anno ad artisti che in ambiti diversi, dalla canzone al musical al libretto d’opera, ma anche alla poesia e alla prosa,ossia quando alla letteratura si arrivi da un percorso non esclusivamente letterario , liberano la loro ispirazione in quell’affascinante territorio in cui si incontrano parola e musica. Il Premio nasce a Ivrea dall’azione congiunta del Teatro Giacosa e del Parco Culturale del Canavese, e la cerimonia si tiene nella vicina Colleretto all’interno della stupenda casa in cui Giuseppe Giacosa (1847-1906) ha vissuto e lavorato. Egli è stato l’ultimo nostro grande librettista (La Bohème, Tosca e Madama Butterfly per Giacomo Puccini), il punto culminante della grande vicenda storica –, originariamente italiana e poi europea e mondiale , del melodramma e dell’opera lirica, nonché il drammaturgo di maggiore celebrità e influenza in Italia prima di Pirandello (Una partita a scacchi, Tristi amori, Come le foglie). La riscoperta di un artista come Giuseppe Giacosa in vista del centenario della sua morte, che ricorrerà nel 2006, è un’occasione straordinaria: non soltanto per un significativo viaggio nella memoria, ma anche per una riflessione di grande fascino e attualità sul tema del rapporto tra parola e musica nella creatività contemporanea.La seconda edizione vede l’assegnazione del Premio Giocosa 2005 a Francesco Guccini, in considerazione della sua lunga e straordinaria attività di cantautore , che ha attraversato e raccontato quarant’anni della nostra storia, e della sua non meno importante e riconosciuta attività letteraria.In particolare il comitato culturale del premio, composto Giovanni De Luna (presidente), Gianluigi Beccaria, Febo Guizzi, Franco Fabbri, Giovanni Capirone e Paolo Cattani, e coordinato dal direttore artistico del Teatro Giacosa di Ivrea Giacomo Bottino, ha voluto sottolineare come Francesco Guccini abbia “felicemente sposato nelle sue opere cultura locale e globale, colta e popolare, impegno e ironia, modernità e radici, con la credibilità che è in dono soltanto alle personalità artistiche più forti e spiccate: le sue ballate negli anni Sessanta si sono aperte al vento di novità che soffiava dall’America di Bob Dylan, senza mai fare dell’immaginario italiano terra di conquista; i suoi versi hanno precisione e passo nobili, ma scivolano con gioia o dolore nel cuore del grande pubblico; le sue invettive hanno la forza che trascina, ma ancor di più quella che semina dubbio e sorriso; le sue storie in musica hanno saputo accompagnare una generazione in anni in cui il paese si andava faticosamente modernizzando, e ora che la tentazione è l’oblio i suoi libri, da Cròniche epifàniche a Vacca d’un cane, fino a Cittanòva blues, mettono in luce memoria e tradizione”. La cerimonia di consegna del Premio si terrà a Casa Giacosa il prossimo 18 settembre alle ore 16,30: Francesco Guccini parlerà della sua esperienza artistica stimolato dalle domande di Claudio Sabelli Fioretti, prestigiosa firma di “Corriere della Sera” e “Magazine”, membro storico della fortunatissima trasmissione radiofonica “Caterpillar” ,Radio Due, ed ideatore e conduttore con Filippo Solibello del programma televisivo “Star Trekking” (Rai Tre). Brani tratti dall’opera letteraria di Guccini saranno letti dall’attore Oliviero Corbetta, che sarà anche presentatore della cerimonia. Sono previste anche la premiazione del direttore del “Coro Bajolese” Amerigo Vigliermo, per la sua lunga attività di ricerca sul canto popolare, e la partecipazione del cantautore torinese Fausto Amodei.

Lucia Vagliviello

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *