CdP

“Portami a fare un giro” di Paolo Zanardi.

Olivia records è una nuovissima etichetta indipendente pugliese nata alla fine del 2004.
A darle vita, Giorgio Spada aka Vegetable g, musicista e arrangiatore.
Spada, dopo un intenso percorso di esperienze e collaborazioni al fianco di nomi significativi della musica italiana, Eugenio Finardi, Cristiano De Andrè, Alex Baroni, Vittorio Cosma ed altre label discografiche affermate come la BMG, l’Edel, Sottosuono, Target, Minus Habens e la Emi, concretizza questa realtà discografica.
Il primo decisivo input, riferisce Spada, arriva proprio con il progetto di Paolo Zanardi in quanto, è proprio dietro questo nome che è possibile trovare tutto il background di un’idea che si trasforma in realtà discografica,come prima detto,ossia: l’ etichetta pugliese “Olivia Records”.
Intorno a questo autore barese, Zanardi, la formazione chiamata Borgo Pirano, di cui Giorgio fa parte come tastierista, raggiunge presto piccoli e grandi traguardi tra i quali: il Premio Ciampi, il Premio Recanati, Sonica, Arezzo Wave (finalisti), Rock Targato Italia (finalisti) e tanti altri e, dopo un periodo di quasi assoluto silenzio, in cui Zanardi inventa e indovina un duo con il cabarettista romano Remo Remotti per una serie di spettacoli dal vivo, cresce la voglia di dare al progetto un nuovo aspetto, più adeguato e personale, e comunque di rendergli tutto quello che i concorsi non avevano, loro malgrado, poi reso in prospettiva.
Così, terminato il singolare tour “Cinquant’anni” di Eugenio Finardi e dopo aver esordito col suo primo lavoro elettronico sotto il nome di Vegetable g per la veterana Minus Habens, Giorgio coglie i mezzi con i quali realizzare il primo album di Paolo Zanardi interamente in home recording. Ovviamente, viene voglia di sigillare il tutto sotto un marchio che possa perdurare nel tempo e farsi “bottega” , riferisce Spada, in quanto è bello preservare il senso artigianale della cosa) anche di altre realizzazioni.
Ecco che nasce la “Olivia Records” con l’aiuto di persone vicine e del mestiere come Sante Calvaresi (Etnagigante), Ivan Iusco (Minus Habens/Disturbance), Graziano Conversano (regista), Gianni Troilo (fotografo), Luciano D’Arienzo ed Evelina Conversano (preziosissimi collaboratori) tanti amici e supportata dalla Venus distribuzioni, L’etichetta fa quindi varare il suo primo prodotto nel mese di giugno 2005: “Portami a fare un giro” di Paolo Zanardi. La prima prerogativa della label – riferisce Spada- è decisamente quella di forzare la serratura del pop/rock (…e non solo in Italia) cercando però di non lasciare, come a volte accade a chi si pone gli stessi meritevoli intenti, che i propri sforzi finiscano per sbiadire nel girone di mercati troppo alternativi, solitamente affascinanti e ricchi di novità ma spesso anche demoralizzanti. Olivia Records è infine, per scelta, l’etichetta di pochi, pochissimi
prodotti ma se si bada alla qualità…allora conta l’assaggio …che non si dimentica.
Dopo gli interventi di Paolo Zanardi durante il corso delle ultime trasmissioni radiofoniche del “Pb Show”, programma ideato e condotto da Paolo Boruni in onda ogni martedì e giovedì dalle 18.00 alle 20.00 sulle frequenze di New Radio Network e in streaming sul sito www.newradionetwork.it ,
Giorgio Spada, sarà ospite, intervenendo telefonicamente, martedì prossimo, 24 gennaio nella seconda parte del programma entrando a far parte dei testimonial dell’Associazione Sportiva Culturale Disabili di Capua, promotrice dl format stesso.

Lucia Vagliviello

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *