CdP

Bludinvidia e il nuovo singolo “Television Man”

I Bludinvidia tornano con il brano “Television Man”, presenta il secondo singolo estratto dall’ultimo album “Non è abbastanza ancora”. La band pugliese può vantare un 2005 ricco di soddisfazioni sia per gli ottimi riscontri che il loro cd ha ricevuto, ma soprattutto perché il video del primo singolo “Danneggiamento del sistema periferico” ha ottenuto importanti riconoscimenti in vari concorsi. Infatti è stato giudicato come” Miglior Videoclip Indipendente” al M.e.i. di Faenza, mentre Videoclipped the radio stars, rassegna organizzata dalla Fandango in collaborazione con Kataweb.it, li ha premiati come primi classificati nei voti del pubblico ottenuti attraverso il sito internet prima menzionato. Le immagini ben rappresentano il loro sound, un rock aggressivo figlio naturale di gruppi come gli Afterhours. La loro è un’energia distorta alla quale però non manca anche uno spiccato gusto melodico che si evidenzia nell’interpretazione dei testi in italiano, una critica sociale diretta ai media e le nuove tecnologie che annebbiano le menti degli uomini.
“Dopo un lungo periodo dedicato ai live in giro per l’Italia, abbiamo tentato di avvicinare il più possibile il suono in studio a quello più incisivo e immediato che caratterizza le nostre esibizioni.”, spiega Marco Ancona, voce e chitarra del gruppo che sottolinea: “Abbiamo registrato le dieci tracce in soli sei giorni, in presa diretta, senza montaggi: sicuramente una cosa tecnicamente azzardata, ma che si è rivelata fondamentale per esprimere quello che volevamo: racchiudere in un cd i Bludinvidia dei concerti.”.“Non è abbastanza ancora” contiene 10 tracce tra cui una personalissima versione di “Insieme a te sto bene” di Mogol-Battisti, un brano presente ormai da qualche anno nella scaletta dei nostri concerti e la scelta di inserirlo nella track list rientra sempre nel concetto di “live” che caratterizza il nuovo lavoro”. La line-up dei Bludinvidia, il cui nucleo storico risale al 1991, quando Marco Ancona, chitarra e voce, e Ruggero Gallo, basso, diedero vita alla band, ha subito negli anni alcune trasformazioni, terminate nel ’94, quando a Marco e Ruggero si sono aggiunti Andrea Mucelli, synth e piano Rhodes, e Paolo Provenzano, batteria. Gruppo rock/alternative pop molto legato alla dimensione live, i Bludinvidia hanno attualmente all’attivo oltre 700 esibizioni. Dopo i primi tre lavori autoprodotti e innumerevoli concerti, nel 1997 firmano con la Columbia/Sony Music per la realizzazione dell’album “Bludinvidia” (pubblicato il 12 febbraio 1998) e dei due singoli per i network nazionali “Amami” e “Non dirlo a me”. Grazie anche al videoclip di quest’ultimo brano, trasmesso con molta frequenza dalle maggiori emittenti televisive musicali (TMC2, Match Music, MTV), il gruppo comincia a farsi vedere e sentire nel circuito nazionale con esibizioni dal vivo, tra palchi, studi radiofonici e televisivi. Sono spesso ospiti di rinomati festival e in genere appuntamenti promozionali quali per esempio “Milano Suona ‘98”, “Territorio Match Music”, “Sanremo Rock ‘98”, “Salone della Musica di Torino ‘98“, e trasmissioni tv quali “Help!” e “Coloradio” (Tmc2), “Jammin’ Nation” (MTV), “Eko Music”, “Video Top” e tante altre. Nel 1999/2000 i Bludinvidia portano a termine l’attività promozionale relativa al loro primo lavoro e, pur continuando ad esibirsi dal vivo, entrano di tanto in tanto in studio per dedicarsi alla realizzazione di nuove produzioni (documentato da un servizio di “T3 Neapolis” su Raitre). Tra quest’ultime, il brano “Capirò” è stato utilizzato per la colonna sonora di “Taglio Finale” (una produzione “Giò Planet”), cortometraggio sperimentale presentato a tutti i festival europei. Il 2001 si apre con un lungo tour (91 concerti e 34 partecipazioni a programmi radio-tv) che li porta a suonare in giro in gran parte d’Italia per presentare il loro mini-cd promozionale “Nell’Aria” (autoprodotto – 2001). Tra i numerosi concerti, i Bludinvidia partecipano alla manifestazione “Arezzo Wave” nella quale si classificano tra i 10 vincitori che prendono parte al cd compilation “Arezzo Wave Love Festival 2001” con il brano “Television Man”; nella stessa estate, approdano anche al “I-Tim Tour” di Red Ronnie e al “Frogstock 2001” (festival che ha beneficiato di un’esclusiva esibizione dei Deep Purple). Nel 2002 continua la loro attività live relativa alla produzione del precedente anno. Tra le tappe estive è da segnalare la loro presenza alla Festa dell’Unità di Roma, al “Liberi Tutti Rock Festival”, al “Rocka Sound Festival”, al “Wave Rock summer edition 2002” e si classificano al primo posto al festival nazionale “Experimenta 2001-02“. I Bludinvidia iniziano il 2003 con alcuni concerti anche se, già dagli ultimi mesi dell’anno precedente, trascorrono buona parte del tempo impegnati nella produzione del loro nuovo lavoro. L’estate inizia con la partecipazione al festival “Universound” classificandosi al primo posto per i migliori testi. Prendono anche parte al libro “Poet Rock” (Besa editrice) contribuendo con i testi di alcuni loro nuovi brani e tra i vari concerti sono ospiti di apparizioni di rilievo come “Sonos Rock”, “Salento Summer Festival”, “Summer Rock Festival 2003”, “Art Festival”. In autunno i Bludinvidia sono nuovamente in studio a terminare il loro nuovo lavoro intitolato “Non è Abbastanza Ancora” e nel frattempo sulla rivista “Mucchio Selvaggio” viene segnalato il mini-cd “Nell’Aria” (2001) nella top ten delle migliori autoproduzioni. Nel 2004 la band è ospite di diverse trasmissioni radio-tv per annunciare la prossima uscita del loro nuovo lavoro. Ospiti di Michael Pergolani e Renato Marengo, è da segnalare la loro presenza a Rai Radiouno per uno speciale sul nuovo album e per l’esibizione live tenutasi alla festa della medesima radio tenutasi al “The Place” di Roma. In primavera ed estate sono di nuovo in concerto in diverse occasioni e sono invitati da Radionorba a prendere parte ad una data del Battiti Tour. I Bludinvidia continuano la loro scalata senza sosta e giovedì, 9 febbraio, Marco Ancona, cantante della band, quale portavoce della stessa sarà in diretta telefonica, nell’ormai noto programma ideato e condotto da Paolo Boruni, il “Pb Show” promosso dall’Associazione Sportiva Culturale Disabili di Capua sulle frequenze di new radio network e in streaming insieme ad altri ospiti.

Lucia Vagliviello

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *