CdP

Incontro del sindaco con il Ministro Matteoli: si apre uno spiraglio

Incontro decisavente positivo quello che stamattina, giovedì 27 Marzo, si è avuto tra il sindaco di Pignataro, Giorgio Magliocca, accompagnato dall’on. della Regione Campania Benedetto Lombardi, e il Ministro all’Ambiente, on. Altero Matteoli.
Oggetto: questione relativa alla realizzazione di una piattaforma per lo smaltimento di rifiuti industriali tossici e nocivi nell’area ASI del comune di Pignataro Maggiore.
Il Ministro Matteoli ha, in un primo momento, ascoltato le osservazione avanzate dal sindaco Magliocca e, successivamente, nel farle proprie, ha suggerito delle azioni che l’amministrazione comunale di Pignataro dovrà intraprendere nei prossimi giorni tali da scongiurare la realizzazione della piattaforma.
Il Ministro, però, ha voluto fare delle precisazioni. Prima di tutto, ha chiarito che il parere espresso dalla sua commissione sulla VIA è solo di carattere tecnico in riferimento a quanto viene prodotto e presentato dalle società interessate a tali tipi di progetti. In poche parole, ha dichiarato il Ministro, il suo compito, in questi casi, è solo quello di constatare che 2+2 è uguale a 4 e non a 5. Purtroppo nessuno, ha continuato Matteoli, mi ha fatto notare che uno degli addenti non corrispondeva alla realtà. Difatti, ha concluso, quando nel mese di marzo 2000, la Regione Campania comunicò, attraverso organi di stampa locale, che era iniziato il procedimento per la realizzazione di una piattaforma nel comune di Pignataro, l’amministrazione comunale di allora, non fece obiezioni, accettando di fatto questa soluzione.
Il Ministro ha, infine, voluto fare un’altra precisazione: il compito di individuare il luogo dove deve essere realizzata una piattaforma spetta alle singole Regioni interessate che, per il caso specifico, nel 1999, insieme al Consorzio Volturno Nord e all’ASI, decisero di individuare l’area industriale di Pignataro Maggiore.
Solo la Regione, quindi, ha il potere di decidere o cambiare localizzazione alla struttura. Il Ministro, comunque, ha assicurato tutto il suo massimo appoggio alla comunità pignatarese già dai prossimi giorni in cui vi dovrebbe essere delle sorprese.
A margine della riunione l’on. Benedetto Lombardi e il sindaco di Pignataro hanno posto anche la questione centrale termoelettrica a Sparanise. Anche in questo caso il Ministro ha assunto precisi impegni nei confronti dei due esponenti di Alleanza Nazionale.
Per dovere di cronaca ricordiamo che prima della riunione con il sindaco di Pignataro il Ministro Matteoli aveva incontrato gli onorevoli casertani di An, Mario Landolfi e Gennaro Coronella, e quelli napoletani, Marcello Taglialatela, Salvatore Ronghi e Vincenzo Nespoli, sulla questione diossina.

© Riproduzione riservata

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *